domenica 2 novembre 2014

Halloween..

Lo so, oggi è il 2 Novembre e Halloween è già passato, però in questi giorni mi sono incuriosita molto sull'origine di questa tradizione, anzi diciamo pure incuriosita dalla zucca.. Premetto che non ho festeggiato e non mi sono mascherata :-) però erano anni che volevo provare ad intagliare la zucca e quest'anno ho provato. Il tutto è iniziato durante una discussione in cui io ho posto una domanda basilare..perchè proprio la zucca??..(ok avrei potuto evitare di porla..ormai!)
I miei ricordi risalenti alla scuola media sull'origine di Halloween e della zucca si sono sbiaditi (questo perchè al liceo e all'università nessuno ha più posto la fatidica domanda del perchè proprio la zucca..) e quindi internet alla mano ecco il risultato delle mie ricerche (Wikipedia):
"L'usanza di Halloween è legata alla famosa leggenda dell'irlandese Jack, un fabbro astuto, avaro e ubriacone, che un giorno al bar incontrò il diavolo. A causa del suo stato d'ebbrezza, la sua anima era quasi nelle mani del diavolo, ma, astutamente, riuscì a far trasformare il diavolo in una moneta promettendogli la sua anima in cambio di un'ultima bevuta. Jack mise il diavolo nel suo borsello, accanto ad una croce d'argento, cosicché egli non potesse ritrasformarsi. Allora il diavolo gli promise che non si sarebbe preso la sua anima nei successivi dieci anni e Jack lo lasciò libero. I successivi dieci anni dopo, il diavolo si presentò nuovamente e Jack gli chiese di raccogliere una mela da un albero prima di prendersi la sua anima. Al fine di impedire che il diavolo discendesse, il furbo Jack incise una croce sul tronco. Soltanto dopo un lungo battibecco i due giunsero ad un compromesso: in cambio della libertà, il diavolo avrebbe dovuto risparmiare la dannazione eterna a Jack. Durante la propria vita commise tanti peccati che, quando morì, rifiutato dal paradiso e presentatosi all'Inferno, venne "cordialmente" scacciato dal demonio che gli ricordò il patto ed era ben felice di lasciarlo errare come anima tormentata. All'osservazione che era freddo e buio, il demonio gli tirò un tizzone ardente (eterno in quanto proveniente dall'Inferno), che Jack posizionò all'interno di una rapa che aveva con sé.Cominciò da quel momento a girare senza tregua alla ricerca di un luogo su cui riposarsi. Halloween sarebbe dunque il giorno nel quale Jack va a caccia di un rifugio. Gli abitanti di ogni paese sono tenuti ad appendere una lanterna fuori dalla porta per indicare all'infelice anima che la loro casa non è posto per lui ma non si dette tregua a cercare un posto di riposo eterno. (Dato che quando questa tradizione raggiunse l'America ci fu una carestia invece di usare la rapa usarono la zucca perché più presente e anch'essa legata all'aldilà)
Oggi Jack-o'-lantern è una zucca lavorata a mano, tradizionalmente adoperata durante la ricorrenza di Halloween. Privata della polpa interna, la zucca assume la forma di un involucro vuoto che, cesellato opportunamente, vuole richiamare la sagoma di un volto. Una fonte di luce, usualmente una candela, viene inserita all'interno della zucca. In seguito la calotta superiore, prima recisa, viene impiegata a mo' di coperchio, in maniera che il chiarore dello stoppino rischiari la sagoma dall'interno, mettendo in luce i tratti della sagoma intagliata.
I Jack-o'-lantern venivano ricavati da grandi rape prima dell'introduzione della zucca dall'America."
Le rape..prima della bellissima zucca arancione si usavano le rape.. sicuramente più maneggevoli e leggere, ma mai belle quanto le zucche!
Ed ecco che la sera del 31 ottobre suona il campanello a casa e gruppetti di bambini mascherati ti chiedono con voce squillante: dolcetto o scherzetto? e tu per non ritrovarti qualche pasticcio sul portone di casa, apri con le caramelle tra le mani e le distribuisci ad ogni sorta di strega o fantasma che ti trovi difronte..però l'anno prossimo fate come ho fatto io quest'anno, mentre consegnate le caramelle chiedete ai bambini se conoscono la leggenda di Halloween, così se non lo sanno oltre ai dolcetti porteranno a casa anche una notizia in più sulla festa che stanno vivendo.
Bene..direi che questo è tutto..dopo questa interessante parentesi culturale vi posterò le foto del risultato del mio lavoro artistico, intagliatrice provetta di zucche.. :-)